I Volti della Depressione

Depressione: parola molto usata nel nostro secolo e nello scorso per descrivere quella che viene considerata una malattia, diagnosticata con incredibile frequenza anche quando il "malato" è affetto da altre patologie o da problemi, che possono produrre reazioni depressive.

Le autrici di questo libro, a partire dalla pratica clinica, hanno studiato come si forma, come si mantiene e come si interrompe l’ideazione depressiva, come il paziente subisce la realtà in modo impotente, in quanto non si sente in grado di affrontarla e come rinuncia trasformandosi in vittima.

L’ intervento clinico, per sbloccare il meccanismo depressivo, si focalizza sulla relazione che i pazienti intrattengono con se stessi, con gli altri e con il mondo; in altre parole sulla modalità stessa che li ha portati ad assumerne la posizione della vittima.

La depressione non è quindi vista come una malattia, ma come una sofferenza, effetto di disagi diversi, che si manifesta con molte facce, tutte accomunate da uno stesso atteggiamento:la rinuncia.

ISBN 88-7928-854-7

Ponte alle Grazie

Aforismi Terapeutici
'Ognuno costruisce la realtà che poi subisce'
Alessandro Salvini
'Tutto va imparato non per esibirlo, ma per utilizzarlo'
G. Lichtenberg
'Tutto ciò che è assoluto appartiene alla patologia'
F. Nietzsche
'Nessuno può vivere senza il piacere'
San Tommaso d'Aquino
'I nostri limiti sono quelli che ci autoimponiamo'
Giorgio Nardone
Cambiare Occhi Toccare il Cuore
di Giorgio Nardone
"L'aforisma può essere ritenuto una vera e propria tecnica strategica (...) Come nelle più raffinate forme di arti marziali, il maestro non utilizza tanti colpi, ma uno solo preciso che faccia leva su uno specifico punto di pressione che, una volta toccato in maniera adeguata, faccia crollare l’avversario"